Donna cita in giudizio Apple dopo la perdita del suo Ripple (XRP) da parte dell’app per iPhone
0 (0)

Man mano che le criptovalute come Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH) e Ripple (XRP) diventano più popolari, sempre più criminali si concentrano sul loro furto. Lo fanno, tra le altre cose, attraverso truffe di phishing. Ingannando una vittima a inserire dati sensibili su un sito Web o un’app, ottiene l’accesso alle criptovalute della vittima e esce dalla polvere con loro. Il gigante tecnologico Apple è ora citato in giudizioper aver offerto una tale app dai criminali nel suo App Store.

Hadona Diep avrebbe perso la sua criptovaluta dopo aver installato l’app “Toast Plus”. L’app sembrava essere collegata al popolare Toast Wallet, ma non era così. Diep ha inserito la sua chiave privata XRP e poi ha perso il suo XRP. L’avvocato Joshua Whitaker rappresenta Diep nel caso, sostenendo che i termini e le condizioni dell’App Store non sono applicabili in questo caso:

“Mentre l’App Store ha termini e condizioni, comprese le limitazioni di responsabilità, questi termini sono il prodotto della responsabilità perché i consumatori non hanno altri modi convenienti per accedere alle applicazioni per iPhone e iPad quando non utilizzano l’App Store; pertanto, queste condizioni non si applicano a questo caso.

Diep, che, tra l’altro, è notevolmente un“professionista IT della sicurezza informatica”,era convinto che Apple controllasse e controllasse a fondo tutte le applicazioni, e quindi presumeva che l’app fosse sicura. Alla fine, ha perso 474 XRP per un valore di circa € 400.

È probabile che Apple guidi un esercito di avvocati. Tuttavia, è un caso interessante in termini di settore crittografico emergente, dove tali cose saranno più comuni.

Hai criptovalute e vuoi assicurarti di essere al sicuro? In questo articolo, troverai tre suggerimenti che ti aiuteranno a mantenere la tua criptovaluta al sicuro. Sfortunatamente, anche il mondo cripto ha i suoi pericoli. Quindi preparatevi!

User Rating