Americani nei guai dopo aver installato minatori Bitcoin in un edificio governativo
0 (0)

Bitcoin Miner Stati Uniti

Un uomo negli Stati Uniti ha fatto scalpore in modo notevole. Aveva installato illegalmente un certo numero di Bitcoin (BTC) e altre macchine di mining crittografico in un edificio governativo ed è stato successivamente catturato.

Lo specialista IT trova il software

Si tratta del 42enne Christopher Naples. È un ispettore IT presso un governo locale nello stato di New York. Aveva lavorato qui per più di 20 anni, ma sembra che sia finita bruscamente. È accusato di corruzione, furto e sconfinamento:

La ragione di ciò è che aveva installato 46 macchine di mining crittografico presso la sede del governo locale senza permesso. In questo modo, è stato in grado di estrarre grandi quantità di valute criptate senza dover pagare l’orrenda bolletta dell’elettricità. Questo disegno di legge equivarrebbe fino a $ 60.000.

Aveva nascosto le macchine in sei stanze sotto i pavimenti e dietro le pareti. Secondo le autorità, queste macchine erano nella proprietà da febbraio e da allora hanno continuato a estrarre criptovalute.

Un funzionario, Timothy Sini, ha commentato questa particolare situazione come segue:

“Il mining di criptovaluta richiede un’enorme quantità di risorse e i minatori devono pensare a come pagare questi costi. Napoli aveva trovato una soluzione, che purtroppo è stata realizzata sulle spalle dei contribuenti”.
Sini ha anche sottolineato che Napoli aveva installato così tanti minatori nell’edificio che l’intera infrastruttura era sovraccarica. I dipendenti si erano lamentati per mesi della lentezza di Internet, e quando i minatori sono stati finalmente tirati fuori, la temperatura in una delle stanze è scesa drasticamente.

Sembra che il Napoli possa aspettarsi una bella penalità per questo. Aveva trovato un modo per uscire dalla bolletta energetica, ma alla fine gli costerà caro.

User Rating

Bitcoin (BTC) a $ 200.000? Il prezzo scoppia, ma il volume “non è grande”
0 (0)

Bitcoin 200000 Dollari

Ieri, all’inizio della serata, Bitcoin (BTC) si è finalmente mosso più chiaramente sopra la soglia dei $ 50.000. Sebbene ciò non sia stato accompagnato da un’esplosione del volume degli scambi, lo sviluppo è comunque positivo. In questo articolo, troverai alcuni tweet interessanti di noti analisti e altri.

I flussi di scambio di Bitcoin si stabilizzano

La società di analisi dei dati on-chain Glassnode ha appena condiviso un tweet che mostra i flussi del mercato azionario. Questi dati mostrano se i bitcoin vengono effettivamente ritirati dagli scambi o se gli investitori stanno inviando i loro bitcoin agli scambi. Mentre abbiamo visto molto di recente che le persone stanno effettivamente togliendo bitcoin dagli scambi (rialzisti), questo si è stabilizzato nelle ultime 24 ore.

Non deve essere ribassista. Il prezzo del Bitcoin è sceso questo fine settimana con un volume basso, ma a lungo termine siamo ancora in una tendenza al rialzo. Forse dopo il breakout dei prezzi di oggi, più persone ritireranno di nuovo Bitcoin dagli scambi. Con Ethereum (ETH), la tendenza continua: quasi 92 milioni di dollari di ETH sono confluiti in portafogli esterni.

Previsione del prezzo di Bitcoin

Poi un interessante tweet di Feras Crypto. Ha condiviso una previsione dei prezzi di Bitcoin ieri sera basata sui ritracciamenti di Fibonnacci e sugli strumenti di analisi di Immediate Advantage e Bitcoin Trader. A suo parere, Bitcoin può raggiungere un picco di $ 200.000 su questa base, ma per questo BTC dovrebbe essere superiore a $ 59.000 già nel terzo trimestre. Una parola di cautela a questo punto: questa è un’analisi, non una previsione.

“Il volume non era grande, ma rialzista”
Infine, un tweet di Lark Davis,Bitcoin e crypto investor. Osserva che il volume durante il breakout di ieri non è stato “eccezionale”, ma che è stato comunque un breakout rialzista. “Il prezzo di chiusura più alto sul grafico giornaliero da metà maggio”, secondo l’investitore:

User Rating

Visa acquista NFT, El Salvador si prepara a lanciare Bitcoin (BTC) e altre notizie questa settimana
0 (0)

Visa acquista NFT

È domenica e quindi possiamo guardare indietro a una settimana con un sacco di notizie crittografiche! I token non fungibili (NFT) sono stati di nuovo visti frequentemente e ci sono stati anche alcuni sviluppi interessanti in Bitcoin (BTC). In questo articolo, troverai una panoramica delle notizie più importantipubblicate su Crypto Insiders.

Visa si unisce alla mania NFT

La mania NFT è in pieno svolgimento e con essa i nuovi prezzi per questi oggetti da collezione digitali sono alle stelle. Vediamo sempre più spesso che i grandi nomi vendono o acquistano NFT. All’inizio di questa settimana, il grande gigante dei pagamenti Visa era nelle notizie a questo proposito. Questa società ha acquistato un CryptoPunk NFT.

Questo era CryptoPunk #7610, uno dei 10.000 CryptoPunk unici (e uno dei 3.840 femminili). I CryptoPunk sono i cosiddetti token non fungibili (NFT) nella rete Ethereum (ETH). Leggi di più su questo messaggio in questo post di Twitter:

El Salvador si prepara per una grande mossa Bitcoin, Cuba sta passando a Bitcoin

El Salvador ha fatto grandi titoli quando ha deciso di accettare Bitcoin come moneta a corso legale. Il 7 settembre entra in vigore la legge e il paese si sta preparando per questo momento. Tra le altre cose, Bukele, il presidente del paese, ha annunciato che il governo sta attualmente creando 200 bancomat Bitcoin, noti anche come “BATM”. Bukele chiama questi BATM “Cajeros Chivo”. Il Presidente ha anche fatto alcune altre dichiarazioni interessanti.

Cuba sembra anche riscaldarsi alle criptovalute. La banca centrale e il governo di Cuba hanno annunciato di voler riconoscere e regolamentare le criptovalute. Questo potrebbe essere un sostegno importante per il paese, poiché i cubani all’estero possono più facilmente inviare denaro nel paese.

Un sacco di soldi continua a comprare Bitcoin

Nel frattempo, i principali investitori continuano ad acquistare valute criptate. MicroStrategy, ad esempio, ha investito altri 177 milioni di dollari in Bitcoin:

Questa azienda ha acquistato Bitcoin regolarmente per molto tempo, quindi non è più una notizia particolare. Nel frattempo, circa il 4% del totale delle azioni Bitcoin è nelle mani di aziende e gestori patrimoniali. Tra le altre cose, un investimento in Immediate Advantage come tecnologia ancora molto nuova deve essere nella stanza.

User Rating

Google rimuove le false app di crypto mining da Google Play Store, come rilevare le app false?
0 (0)

Google Mining Apps

Qualche tempo fa, è diventato noto che molte persone si innano di alcune app canaglia per telefoni Android. La società di sicurezza informatica Lookout ha rivelato di avere rintracciato almeno 172 app che ingannano gli utenti. Sebbene siano già state adottate misure per rimuovere queste app dal Play Store, Google sta ancora combattendo le conseguenze.

Altre otto app saranno vietate

Questa volta, Google ha bandito altre otto app dal Google Play Store. Ancora una volta, queste sono app di crypto mining che non mantengono le loro promesse agli utenti. Molte di queste false app di crypto mining richiedono agli utenti di pagare per il servizio, ma le app semplicemente non estraggono criptovalute. Quindi, per gli utenti, questo è uno spreco completo di denaro.

La promessa di un servizio di cloud mining non viene mantenuta. Per questo motivo, Google ha rimosso e vietato le app. Queste sono le seguenti applicazioni: Bitfunds, Bitcoin Miner, Bitcoin (BTC),Crypto Holic, Daily Bitcoin Rewards, Bitcoin 2021, MineBitPro ed Ethereum (ETH).

Queste applicazioni sono state identificate dalla società di sicurezza informatica Trend Micro. Mentre la rimozione di queste app canaglia è una buona mossa, Trend Micro nota che ci sono ancora almeno 120 app simili disponibili sul Google Play Store. Quindi c’è ancora molto da fare per Google.

Inoltre, Trend Micro afferma che almeno 4.500 utenti sono caduti vittime di queste applicazioni false. Spesso pagavano per un servizio, ma alla fine non ricevevano alcun corrispettivo.

Come evitare le app false?

Trend Micro fornisce alcuni suggerimenti su come evitare di diventare vittima di tali applicazioni. Prima di tutto, è importante leggere le recensioni nel Google Play Store. Anche se molte recensioni a 5 stelle possono essere false, c’è sempre qualcosa da imparare da queste recensioni. Se ci sono molte recensioni a 1 stella, queste spesso provengono da utenti legittimi con esperienze negative.

Un altro modo per verificarese un’app ha cattive intenzioni è inserire un indirizzo portafoglio sbagliato. Se si tratta di un’app legittima, l’indirizzo sbagliato non verrà accettato. Tuttavia, si scopre che le applicazioni false vanno semplicemente d’accordo con questo.

Il fatto è che ci sono ancora un gran numero di app false nel Google Play Store. Quindi fai molta attenzione quando scegli un’app che promette di estrarre criptovalute su un telefono Android.

User Rating

Bitcoin (BTC) e criptovalute il futuro? La maggior parte dei dirigenti dice di sì, secondo uno studio di Deloitte
0 (0)

Deloitte Bitcoin

Secondo un sondaggio Deloitte, il futuro del mondo delle criptovalute sembra luminoso. Secondo lo studio, la stragrande maggioranza dei dirigenti delle grandi aziende ritiene che le risorse digitali diventeranno una parte importante del sistema finanziario globale.

Fine del denaro fisico in vista?

Nello studio, Deloitte ha intervistato i dirigenti di circa 1.000 aziende sulle criptovalute. L’80% degli intervistati ritiene che le risorse digitali saranno parte integrante del mondo finanziario entro due anni. Dopotutto, il 73% ritiene che la tecnologia blockchain sarà essenziale per la competitività futura.

Ancora più sorprendentemente, il 76% degli intervistati ritiene che le valute legali rono rono per far posto alle valute digitali entro cinque o dieci anni. Alcuni dicono anche che non sarebbero sorpresi se l’era del denaro fisico finisse.

Cambiamento dell’ecosistema finanziario

Secondo Linda Pawczuk, esperta di blockchain e blockchain digitale e valute digitali presso Deloitte, questo è tipico del cambiamento in corso da diversi anni.

“Nell’ultimo anno, abbiamo assistito a un cambiamento significativo nel modo in cui l’ecosistema finanziario sta pensando alle nuove pratiche commerciali guidate dalle risorse digitali e al modo in cui svolgeranno un ruolo importante nell’infrastruttura finanziaria.
Sono stati intervistati anche dirigenti di istituti finanziari come le banche. Circa il 76% dei dirigenti delle istituzioni finanziarie teme che la propria attività rimarrà indietro se non adotta rapidamente la tecnologia blockchain e le valute digitali.

Infine, il 43% ritiene che le loro aziende dovrebbero creare l’opportunità di pagare con le criptovalute il prima possibile. Anche le sedi di trading o i sistemi software come Bitcoin Era o Immediate Edge sono ancora visti come driver di crescita.

Nonostante questo atteggiamento positivo dei massimi dirigenti nei confronti della blockchain e della criptovaluta, ci sono anche alcune aree in cui sono possibili miglioramenti. Ad esempio, il 71 per cento ritiene che la sicurezza in questo nuovo settore innovativo lasci ancora molto a desiderare. Inoltre, le normative restrittive danno a molte persone un leggero mal di testa.

User Rating

Il Dipartimento del Tesoro usa vuole rendere “bitcoin-friendly” la nuova legge controversa
0 (0)

Alcuni giorni fa, il Senato degli Stati Uniti ha approvato una nuova gigantesca legge. La legge sulle infrastrutture. Questo disegno di legge libera 1 trilione di dollari per affrontare i grandi progetti infrastrutturali.

Il disegno di legge include anche regolamenti aggiuntivi per le criptovalute. Sono proprio queste regole aggiuntive che stanno causando molte critiche alla legge nella comunità crittografica. Secondo alcuni, ciò potrebbe limitare l’innovazione nel paese, e il rispetto di alcune normative sarebbe semplicemente impossibile.

Nonostante l’opposizione e le critiche, la legge è stata approvata a stragrande maggioranza.

Il ministero delle Finanze rassicura

Secondo Bloomberg, il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti sta lavorando duramente per chiarire alcune parti poco chiare della legge sulle criptovalute. Questo ha lo scopo di rassicurare gli investitori crittografici e il settore tecnologico del paese.

Una delle maggiori ambiguità della legge è il termine “broker”. A causa della formulazione vaga della legge, non è stato possibile dire con certezza chi o cosa sia considerato un broker. Questo si riferisce anche ai broker delle piattaforme Bitcoin Era e Immediate Edge.

Il Ministero annuncerà presto ufficialmente che questa classificazione si applica solo alle aziende o ai privati che forniscono regolarmente servizi relativi al trasferimento di beni digitali per conto di un’altra persona.

Ciò significa che minatori, sviluppatori e investitori non devono preoccuparsi di normative che sono impossibili da rispettare. La prossima settimana, secondo Bloomberg, il ministero dovrebbe rilasciare un annuncio ufficiale sulla questione.

Naturalmente, per il momento la legge non entrata in vigore. Il disegno di legge deve prima passare alla Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti. Gli adeguamenti alla legge possono ancora essere apportati in questo settore. Secondo alcuni membri del Congresso, molti di loro sostengono alcune modifiche alla parte crittografica della legge.

User Rating

BofA delinea i potenziali benefici dell’accettazione di bitcoin in El Salvador
0 (0)

Banca d'America Bitcoin

Bitcoin democratizza l’accesso ai pagamenti elettronici, che potrebbe beneficiare il 70% della popolazione adulta non bancarizzata di El Salvador

Un rapporto della Bank of America (BofA) ha evidenziato alcuni dei potenziali benefici che El Salvador sperimenterà dopo la storica accettazione di Bitcoin come valuta legale da parte di questa nazione centroamericana. Il rapporto dell’istituzione finanziaria, pubblicato la scorsa settimana, evidenzia le aree chiave in cui l’uso di Bitcoin potrebbe avere un grande impatto:

Secondo gli analisti di BofA, il riconoscimento di BTC snellirà l’industria del trasferimento di denaro del paese, che contribuisce quasi il 25% al PIL di El Salvador. L’uso di Bitcoin riduce la quantità di commissioni di transazione sostenute quando si usano i canali tradizionali.

In questo caso, Bitcoin diventa un “intermediario per i trasferimenti transfrontalieri” dove i salvadoregni risparmiano denaro anche se cambiano il BTC che ricevono in dollari. Si crede che un tale aumento delle rimesse e la riduzione delle tasse aumenteranno significativamente il reddito disponibile della gente del posto.

Un altro vantaggio è la libertà finanziaria che sarà probabilmente concessa a circa il 70% della popolazione del paese che non ha un conto bancario. La digitalizzazione della finanza è vista come uno dei principali benefici delle criptovalute, che secondo il rapporto è un vantaggio per coloro che non possono aprire un conto bancario.

La capacità di usare Bitcoin dà anche alle persone più scelte come consumatori, aggiunge la banca. Non siamo d’accordo con l’idea che sia obbligatorio per le imprese accettare Bitcoin come mezzo di pagamento”, ha scritto la banca, aggiungendo che le imprese e i consumatori hanno la libertà di scegliere la criptovaluta o utilizzare i dollari dai loro portafogli “Chivo”.

Bank of America crede anche che El Salvador trarrà beneficio dal diventare un hub Bitcoin. Questo, dicono gli analisti, sarà soprattutto il caso quando inizierà ad attrarre investimenti diretti esteri, visti gli sviluppi legati all’estrazione di bitcoin.

Il rapporto arriva come una sorpresa dato l’attacco“gelido” di BofA su BTC nel suo rapporto di marzo, in cui ha dichiarato che Bitcoin aveva “piccoli segreti sporchi” ed era adatto solo per il trading speculativo. Questo è venuto in cima alle recenti critiche del FMI e della Commissione economica delle Nazioni Unite per l’America Latina e i Caraibi.

User Rating

Bitcoin a $ 1 milione entro il 2025 se la Cina lo vieta completamente, afferma l’ex CEO BTC China
0 (0)

Il toro bitcoin (BTC) Bobby Lee, ex CEO di BTC China, ha recentemente discusso dell’impatto del divieto di crypto mining in Cina in un’intervista a Bloomberg:

BTC China è stata una delle più grandi borse di criptovalute al mondo prima che Lee vendesse lo scambio nel 2017 dopo che la Cina ha iniziato a reprimere il settore. Lee, ora CEO di Ballet, è entrato nel mondo delle criptovalute all’inizio attraverso suo fratello Charlie Lee, il fondatore di Litecoin (LTC).

Negli ultimi mesi, la Cina ha nuovamente reprimeto l’industria, in particolare l’industria mineraria. Tuttavia, secondo Lee, questo non ha nulla a che fare con le preoccupazioni sulle emissioni di carbonio:

“La Cina non si è preoccupata di distinguere le strutture minerarie bitcoin di energia verde e rinnovabile dagli impianti sporchi alimentati a carbone. Per me, questo è un segno che non si trattava della bellezza dell’estrazione mineraria, ma di una sorta di prospettiva per la stabilità finanziaria del paese.

Tuttavia, secondo Lee, la Cina potrebbe continuare a reprimere le criptovalute e persino imporre un divieto completo su Bitcoin alla fine:

“L’ultima goccia sarebbe qualcosa come un divieto completo delle criptovalute. Nel corso degli anni abbiamo sentito che la Cina ha bandito Bitcoin, tecnicamente non è vero. Già oggi, a luglio 2021, il possesso di Bitcoin è legale. Puoi comprarlo e venderlo ai tuoi amici o estranei. È solo che non puoi farlo attraverso una piattaforma o un’azienda perché tutte queste aziende e tutte queste piattaforme sono state chiuse.

Secondo Lee, il prezzo di Bitcoin potrebbe salire a $ 250,000 quest’anno. L’anno prossimo inizierà un ciclo di mercato ribassi, che riporterebbe il prezzo dal 50 all’80 per cento. Entro il 2025, il bitcoin potrebbe quindi raggiungere $ 1 milione e questo potrebbe essere il momento in cui la Cina vieta completamente la proprietà. Stima la probabilità al 50%.

A proposito, le risorse crittografiche possono anche essere facilmente automatizzate. Con bot di trading come Bitcoin Era o Bitcoin Evolution, questo non è più un problema.

Secondo Lee, la Cina non ha alcun interesse per le criptovalute oltre la propria valuta digitale della banca centrale (CBDC), lo yuan digitale o il renminbi. Tuttavia, Lee non crede che lo yuan digitale sia la ragione del giro di vite sulle criptovalute, né un divieto completo in Cina ha un grande impatto sul mercato.

User Rating

Il prezzo di Bitcoin (BTC) aumenta del +13% in 4 ore – è questa la causa?
0 (0)

Il prezzo di Bitcoin (BTC) aumenta del +13% in 4 ore : è questa la causa?

Il prezzo di Bitcoin (BTC) è in aumento da alcuni giorni. Ieri sera è andato improvvisamente molto veloce. Entro 4 ore, il valore del bitcoin è aumentato di oltre il 13%. Qual è la causa di questa improvvisa accelerazione? Per questo dobbiamo guardare nell’angolo dei venditori allo scoperto.

Quando un investitore apre una posizione corta, prende in prestito bitcoin e poi li rivende immediatamente. L’investitore ripaga i bitcoin presi in prestito in un secondo momento alla persona da cui li ha presi in prestito, nell’aspettativa che il prezzo diminuisca. In questo modo, una posizione corta può essere redditizia.

Ma quando il prezzo inizia a salire, il venditore allo corto si mette nei guai. La sua posizione è quindi sott’acqua e può seguire una breve compressione. Tale compressione è causata dalla chiusura delle posizioni da parte dei venditori allo scoperto se il prezzo continua a salire. Ciò significa che diventa sempre più improbabile che una posizione corta sia redditizia. Un venditore allo corto liquida la sua posizione, cioè l’investitore riacquista il Bitcoin al valore di mercato.

A proposito, le risorse crittografiche possono anche essere facilmente automatizzate. Con bot di trading come Bitcoin Era o Bitcoin Evolution, questo non è più un problema.

In breve, un venditore allo corto chiude la sua posizione riacquista bitcoin dal mercato. Questo causa pressione all’acquisto. Ciò può innescare una reazione a catena man mano che sempre più posizioni corte vengono chiuse. E questo sembrava essere accaduto ieri sera, secondo i dati dell’aggiornamento del mercato di questa mattina.

È stato l’analista on-chain Willy Woo a vedere arrivare la stretta corta. Tre giorni fa ha condiviso un tweet con le sue scoperte. Ha visto l’indice di forza relativa (RSI) eruttare sul grafico giornaliero, un segnale affidabile che un’inversione di tendenza è possibile. Inoltre, le riserve in valuta estera hanno continuato a scendere, “una breve stretta”, secondo l’analista.

User Rating